caprera

CapreraL'isola di Caprera è la seconda dell'arcipelago dopo l'isola de La Maddalena. La sua bellezza è nota praticamente ovunque, ma la sua importanza non è data solo dalle splendide insenature, bensì dalla spettacolarità della flora lussureggiante. Un contesto così particolare non poteva che far parte del parco de La Maddalena che ne tutela l'integrità. Caprera è anche conosciuta oltre che per le sue indiscutibili bellezze naturali, perché vi trascorse i suoi ultimi anni Giuseppe Garibaldi. Infatti a Caprera si trova il Compendio Garibaldi, una struttura che consta della casa museo e della tomba del patriota.

La zona costiera situata a oriente è piuttosto aspra e scoscesa. Le scogliere di granito precipitano nelle acque cristalline e rendono il paesaggio particolarmente selvaggio. Da questa parte dell'isola la maggior parte della costa fa parte della zona A, ovvero quella porzione di territorio soggetto a particolare tutela integrale atta a preservarne l'habitat, Non si può pescare di fronte a Cala Coticcio né nella zona antistante l'isola Pecora e nell'area marina situata a est di Punta Rossa. D'estate per visitare queste zone occorre un permesso, mentre d'inverno la si può visitare in auto. Natura e relax quindi, ma anche una scuola di vela molto conosciuta e rinomata dove trascorrere piacevoli ore di vacanza.

Cosa fare e vedere a Caprera

Naturalmente l'isola di Caprera è una continua scoperta, soprattutto a livello naturalistico e paesaggistico, partiamo proprio dalle magnifiche spiagge. Cala Coticcio, una delle più note, si trova a nord est ed è caratterizzata da sabbia bianca e acque cristalline. Cala Andreani è situata nella parte meridionale dell'isola, circondata dalla rigogliosa macchia mediterranea, offre una spiaggia bianchissima lambita da acque turchesi. Nella parte orientale di Caprera si trova Cala Brigantina, una cala che ospita due piccole spiagge di sabbia bianca e fine e acque verde-turchesi. La spiaggia del relitto, che in realtà sono due separate da una piccola scogliera, si trova nella parte meridionale dell'isola e prende il nome dalla presenza di un antico relitto di nave che trasportava carbone.

Da vedere sull'isola il Compendio Garibaldino che consta della casa e della tomba dell'eroe dei due mondi, ma anche il Museo del Mare vale bene una visita.

Dove dormire vicino a Caprera

Caprera è un'isola disabitata, priva quindi di strutture ricettive turistiche. Se decidi di visitarla la soluzione migliore è quella di pernottare in una struttura sull'isola de La Maddalena che è collegata a Caprera tramite un istmo su cui passa una strada asfaltata. Tra gli altri si segnala l'Hotel Excelsior, situato proprio nel centro cittadino con camere arredate in modo elegante, ma sobrio. In ottima posizione anche l'Hotel Miralonga che offre ospitalità davanti a uno scenario suggestivo. Camere spaziose, luminose e arredate con cura. Possibilità di pernottare con formula mezza pensione o pensione completa. Tra i servizi offerti anche noleggio imbarcazioni dal molo antistante.

Per quanto riguarda i B&B, nel borgo di Moneta, quello di fronte all'isola di Caprera e da cui imboccare la strada che collega le due isole trovi il B&B Crisalide, ricavato in un'abitazione in tipico stile sardo. La struttura mette a disposizione degli ospiti tre stanze arredate con semplicità e con grande cura. Sempre in zona il B&B Il Melograno, una struttura graziosa situata al piano terra che consta di due camere matrimoniali, dotate di tutti i comfort e arredate con stile sobrio e curato.

Come detto, l'isola di Caprera è disabitata e bisogna quindi pernottare a La Maddalena.
Cerchi un hotel, un B&B, un appartamento o una casa vacanze a La Maddalena? Scopri le eccezionali offerte di Booking.com. Sono disponibili circa 150 strutture. Prenota subito! Clicca qui»

Dove mangiare

Riuscire a degustare le specialità della tradizione sarda davanti a uno scenario spettacolare come quello dell'arcipelago de La Maddalena non è difficile. Puoi scegliere se pranzare a bordo di una delle tante imbarcazioni che organizzano escursioni guidate tra le isole, compresa quella di Caprera, e quindi con cucina a base di pesce fresco, o se rilassarti in uno dei tanti ristoranti della vicina isola de La Maddalena. Tra gli altri puoi optare per Il rifugio dei Peccatori, un ambiente caldo e rustico dove degustare i tipici piatti della tradizione sarda come il porcetto, qui rivisitato nella specialità della casa "porcetto alla Garibaldi". Al ristorante La Grotta, in un carruggio del centro storico, ottimi piatti a base di pesce fresco di giornata.

Come arrivare a Caprera

Se arrivi a Olbia con i traghetti per la Sardegna, puoi imbarcarti direttamente dalla Costa Smeralda o da Palau o raggiungere La Maddalena. Se arrivi da Sassari o da Cagliari, ma anche da Olbia, la soluzione migliore è quella di raggiungere Palau e da qui optare per due soluzioni, o fare una gita organizzata con uno dei tanti traghetti turistici con partenze giornaliere e spesso con pranzo a bordo e che ti consentirà di visitare tutto l'arcipelago, oppure prendere un traghetto per La Maddalena e raggiungere Caprera in auto o in bici. Dal centro della Maddalena devi raggiungere la frazione di Moneta e seguire le indicazioni per Caprera.
Immagine di Bruno Barral - wikipedia

Altri luoghi di interesse nei dintorni

Sito realizzato da Pacom Web Agency
Via Acquedotto 60 - 80077 Ischia (NA) - P.IVA 04857511218
Copyright © Sardegnatraghetti.eu. Tutti i diritti riservati.